FAQ

Questa pagina raccoglie le risposte alle domande più frequenti sul sistema di rilevazione e sui vari aspetti e temi legati alla metodologia e ai dati, con l’obiettivo di offrire uno strumento di consultazione semplice e utile per tutti gli operatori del mercato - che quotidianamente usano dati Audiweb o di altre fonti -, per i giornalisti - nel lavoro di raccolta di informazioni, analisi e approfondimenti – e per tutti gli utenti interessati ai temi della misurazione dell’audience di internet.
La pagina “FAQ” presenta una struttura aperta e pronta ad integrare nuove richieste di chiarimento sul sistema di rilevazione e sul ruolo della società.

Per ulteriori chiarimenti o dubbi sul sistema di rilevazione è possibile scriverci compilando la form disponibile in questa pagina.
 

Chi è Audiweb?

Audiweb è l’unico organismo super partes in Italia per la rilevazione e la distribuzione al mercato dei dati dell’audience di internet. Produce e offre al mercato informazioni di carattere quantitativo e qualitativo sulla fruizione del mezzo. Audiweb fonda la propria rilevazione della fruizione dei contenuti digitali sulla registrazione imparziale ed oggettiva delle attività online di un panel di persone, i cui device (PC, smartphone, tablet) sono dotati di software di misurazione, con l’obiettivo primario di quantificare e descrivere, a livello socio-demografico dettagliato, utenti unici definiti come “singoli individui che si sono collegati, in un determinato arco temporale, ad un sito e/o elementi di esso, effettuando una o più visite. Differiscono dai browser unici in quanto rappresentano persone fisiche”.

Come opera Audiweb nel mercato digitale italiano?

Audiweb si configura come Joint Industry Committee (JIC), un organismo indipendente che attraverso le associazioni di categoria rappresenta i diversi attori della filiera della comunicazione digitale: Fedoweb (50%), associazione degli editori online, UPA Utenti Pubblicità Associati (25%), che rappresenta le aziende nazionali e multinazionali che investono in pubblicità e Assap Servizi s.r.l., l’azienda servizi di AssoCom (25%), associazione delle agenzie e centri media operanti in Italia.
Il Consiglio di Amministrazione, composto dai membri che rappresentano le associazioni di riferimento, gestisce la società, garantendo in maniera neutrale l’obiettività del suo operato.

Cosa è un Joint Industry Committee?

Un Joint Industry Committee è un raggruppamento di associazioni di settore che rappresentano l’editoria, gli inserzionisti e le agenzie che acquistano “media”, che in modo congiunto e finalizzato alla trasparenza e coerenza dei flussi, stipulano un contratto con uno o più fornitori di dati per un periodo di tempo fisso (di solito compreso tra i cinque e i dieci anni).
Questa conformazione garantisce l’imparzialità nelle scelte, frutto di dialogo e confronto tra tutte le principali componenti del mercato.

Tra i Paesi in cui è attivo un JIC troviamo: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Olanda, Spagna, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Turchia.

Quali sono gli Organi che operano in Audiweb e quali sono le loro attività?

Audiweb è gestita da un Consiglio di Amministrazione diretto dal Presidente in carica e affiancato da un Comitato Tecnico che ha funzioni propositive e consultive sull’impostazione della ricerca e del sistema di rilevazione, delle ricerche e della diffusione dei dati ottenuti.
Audiweb può avvalersi anche del supporto di gruppi di lavoro dedicati a temi specifici, approfondimenti tecnici o valutazione di possibili soluzioni. Tali gruppi restano estremamente imparziali poiché coinvolgono di volta in volta esperti di determinati materie e argomenti, bilanciandone la composizione in modo trasparente e rappresentativo rispetto al mercato.

Audiweb è imparziale e rappresenta realmente in modo obiettivo il mercato di riferimento?

L’imparzialità e l’obiettività di Audiweb sono frutto della struttura alla base della società. Audiweb, infatti, è espressione delle associazioni che rappresentano i principali attori del settore pubblicitario: le aziende che investono (UPA), le agenzie che acquistano media (Assap) e gli editori che offrono i loro “spazi” (Fedoweb). 
Proprio tale struttura, tipica dei Join Industry Committee (JIC), impedisce che l’operato di Audiweb sia espressione di un unico filone di interessi o gruppi specifici. Tutte le decisioni, le scelte strategiche e operative vengono infatti stabilite su tavoli congiunti regolati dal dialogo tra le parti, garantendo il controllo reciproco e l’interesse a mantenere il mercato aperto alle innovazioni e libero da vincoli o interessi delle singole parti.
Tutti i dettagli metodologici della rilevazione Audiweb sono condivisi con AGCOM e resi pubblici a partire da questo link al sito dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Cosa rileva Audiweb? Qual è il perimetro di rilevazione?

 

Perimetro
 

(*) è inoltre disponibile il dato Total Digital Audience , ovvero l’insieme di utenti unici che almeno una volta nel periodo oggetto di rilevazione hanno effettuato un accesso a internet da Computer (italiani 2+ anni) e/o da Mobile (italiani di 18-74 anni da smartphone e/o tablet) al netto delle sovrapposizioni.

A cosa servono i dati Audiweb?

I dati Audiweb rilevano l’audience di siti e applicazioni digitali (quante persono hanno visto un sito in un dato periodo e quali sono le loro caratteristiche demografiche) e l’intensità di utilizzo di tale audience (quante pagine ha visto di un particolare sito, tempo speso, stream views, …).
Ai dati Audiweb si affidano gli operatori della filiera dei media e della pubblicità come strumento indipendente (e accettato da tutti gli attori) per la comprensione del mercato e per la pianificazione e la gestione delle campagne di comunicazione.
Questi dati vengono utilizzati dalle aziende investitrici che intendono raggiungere in modo efficace il proprio target di riferimento e valutare il ritorno degli investimenti, dagli editori che devono misurare le proprie performances, dalle agenzie e centri media per analizzare e pianificare gli investimenti di advertising online.
A differenza di altre tipologie di informazioni sui contenuti digitali, curate dai singoli attori della filiera (ad esempio Editori o Centri Media), i dati di Audiweb sono indipendenti, imparziali e realizzati applicando la stessa metodologia a tutti i contenuti rilevati. Il loro più importante scopo è quello di consentire -  utilizzando lo stesso metro – analisi sulle audience e i consumi di siti, applicazioni e contenuti digitali, rendendo possibili confronti diretti.

Quali garanzie offre Audiweb al mercato digitale italiano?

Oggettività: il processo di misurazione nasce e si evolve grazie al contributo di tutte le parti del mercato.
 
Trasparenza
: la metodologia è pubblica, disponibile sul sito ufficiale e pubblicata anche sul sito di Agcom.
 
Confrontabilità
: fra competitor e tra domanda e offerta.

Non a caso, generalmente Agcom fa riferimento ai dati Audiweb nelle analisi dello scenario internet in Italia, come nel rapporto sull’Osservatorio delle Comunicazioni n° 3/2007 pubblicato sul sito dell’Autorità.

Quali metriche rileva Audiweb?

App Launches, Page Views, Time Spent in Minutes, Unique Audience, Video Views.

Cosa si intende per ‘utenti unici’?

Il numero di singole persone, deduplicate, che si sono collegate, in un determinato arco temporale, ad un sito e/o elementi di esso effettuando una o più visite.
Differiscono dai browser e visitatori unici in quanto rappresentano persone fisiche.
Degli utenti unici è analizzabile anche la sovrapposizione su di diversi siti, valutando quanto pubblico hanno in comune (sovrapposizione) e quanto ne hanno complessivamente al netto delle duplicazioni (unduplicated audience).

Che differenza c’è fra la rilevazione currency Audiweb e una rilevazione censuaria / analytics?

I sistemi di rilevazione censuaria o analytics presentano modalità, principi e (a volte) oggetti di rilevazione diversi da un sistema esclusivo come Audiweb, che rappresenta la currency del mercato delle audience.
I sistemi di rilevazione censuaria o analytics sono fondati sul conteggio di interazioni generate da sistemi operativi (ad esempio attraverso i browser) e contenuti online, senza alcuna informazione diretta (quantitativa o qualitativa) su chi o cosa stia generando tali interazioni.
Audiweb fonda la propria rilevazione sulla registrazione imparziale ed oggettiva dei consumi di un panel (campione) di persone oggetto di misurazione elettronica, con l’obiettivo primario di quantificare e descrivere a livello socio-demografico utenti unici definiti come “singoli individui che si sono collegati, in un determinato arco temporale, ad un sito e/o elementi di esso effettuando una o più visite. Differiscono dai browser unici in quanto rappresentano persone fisiche”.

Qual è la differenza tra utenti unici e browser / accessi / visitatori unici?

Per browser unici* si intende il numero di browser diversi (generalmente identificati attraverso i cookies in essi registrati) che, in un determinato arco temporale, effettuano una o più visite a un sito.  
I Browser unici non corrispondono alle singole persone (utenti unici), poiché rappresentano i browser differenti usati dalla stessa persona per accedere a internet, ad esempio, dallo stesso PC o da diversi PC o in momenti differenti della giornata o del periodo di rilevazione preso in esame.
*Una stima realizzata da Nielsen per conto di Audiweb sui dati del mese di ottobre 2016 ha rilevato come solo in ambiente PC a 28,4 milioni di utenti unici, perimetro Audiweb, corrispondano 156,2 milioni di cookies (rapporto di 1/7,7, considerando gli utenti che hanno generato almeno un cookie).

Cosa si intende per ‘Page Views’?

L’insieme delle pagine viste dagli utenti di un sito (o sue sezioni). Dal conteggio delle pagine viste sono esclusi eventuali codici di errore, le attività di robot, spider ecc, gli Interstitial e jump pages.

Cosa si intende per ‘Time Spent in Minutes’?

Il tempo speso rappresenta il tempo complessivo in minuti e secondi trascorso sulle pagine prese in esame.

Cosa si intende per ‘Video views’?

Una stream view è l’avvio della riproduzione del contenuto audio-video all’interno di una pagina, attivato dalla richiesta di un utente.

Quali dati socio-demografici sono disponibili in Audiweb Database?

Sesso, età, livello di istruzione, occupazione e professione, composizione nucleo familiare e/o presenza di minori in famiglia, provenienza geografica (area gegorafica e regione di appartenenza).

Su quali fonti di ricerca è basato il sistema di rilevazione Audiweb?

Il sistema di rilevazione è basato su 3 fonti di raccolta dati: la ricerca di base, il panel e il sistema di rilevazione censuaria

1) Panel

Misurazione del consumo Internet tramite software meter installato sul/sui computer, smartphone, tablet dell’individuo. 

  • Panel Computer    

Campione statisticamente rappresentativo della popolazione italiana (2+), composto da circa 30 mila panelisti complessivi selezionati tramite reclutamento misto probabilistico e online che, attraverso l’installazione di un software meter sul proprio computer, consente la registrazione di tutte le attività di navigazione su internet.

  • Panel smartphone e Tablet    

Campione meterizzato statisticamente rappresentativo della popolazione italiana (18-74 anni), composto da 8.000 individui. 

  • Panel Single Source    

Tra i primi al mondo nel dotare la propria metodologia anche di un panel rappresentato da individui dotati di meter sul PC e sul Tablet e/o sullo Smartphone che consente la produzione di dati deduplicati sul consumo del mezzo.
 

2) TAG/SDK e big data

Misurazione censuaria operata attraverso TAG/SDK direttamente nei contenuti digitali e indipendentemente dal device utilizzato per la fruizione del contenuto.  L'SDK misura sia contenuti statici (pagine) che contenuti video live e on-demand.

Facebook, big data provider selezionato da Nielsen, grazie alla natura persistente dei suoi identificativi di log in e in regime di completa anonimizzazione, è in grado di rilevare utenti indipendentemente dalla loro location (casa, ufficio o altro luogo) e device o piattaforma utilizzato per la fruizione dei contenuti. Attribuisce alla audience informazioni demografiche di genere ed età e deduplica le audience tra device. 

3) La Ricerca di Base   

Basata su 20.000 interviste face to face a un campione rappresentativo della popolazione italiana, consente di individuare e quantificare quale parte della popolazione abbia accesso a Internet, con quali modalità accede, da quali luoghi, attraverso quali device e con quale frequenza, con un dettaglio sui device disponibili e su tutti i profili socio-demografici, ovvero la popolazione attiva su Internet o più tecnicamente l’universo di riferimento (Universe Estimate UE).
Serve ad attribuire ad ogni panelista un peso, ovvero il numero di persone dello UE che rappresenta e consente, quindi, di espandere la misurazione dal panel al totale della popolazione.

Che cos’è l’Audiweb Database (o cosiddetto nastro di pianificazione)? Com’è strutturato?

L’Audiweb Database è un dataset ‘respondent level’ che fornisce i dati elementari di navigazione – Total Digital Audience – e i profili socio demografici degli utenti che hanno navigato attraverso un computer o da device mobile (uno smartphone o un tablet) i siti e gli oggetti pianificabili di Properties iscritte ad Audiweb, con un dettaglio che arriva fino alla fascia oraria giornaliera di 3 ore.

Audiweb Database è disponibile in formato monthly per tutta l’offerta editoriale online e per attività di analisi ed in formato respondent level per le entità iscritte ad Audiweb per attività di pianificazione adv.  

cosa vuol dire "giorno medio"?

Audiweb ogni mese rende disponibili sul proprio sito i dati giorno medio delle entità iscritte ad Audiweb.

Giorno medio indica, per il mese di riferimento, il numero medio di utenti unici giornalieri, ovvero che nel giorno hanno effettuato almeno un accesso a internet.
 

Come si calcola?
somma degli utenti unici di ciascun giorno del mese osservato / numero dei giorni del mese = il numero medio di utenti unici giornalieri del mese di osservazione.


L’osservazione nel giorno medio fornisce, ad esempio, indicazioni sulla frequenza di utilizzo:
confrontando il giorno medio con il dato mensile potremmo osservare che all’aumentare della frequenza di accesso ad un sito il suo dato del giorno medio aumenta, mentre può restare invariato (o anche diminuire) il numero di utenti unici nel mese: in questo caso i dati ci segnalano che l’utenza complessiva nel mese non è aumentata (o è diminuita), ma gli utenti sono più assidui, accedono più volte nel mese
.

Audiweb rileva la fruizione di contenuti editoriali, veicolati attraverso applicazioni o tecnologie mobile di terzi?

Sì. Audiweb 2.0 è in grado di rilevare e attribuire coerentemente ai singoli Editori titolati dei contenuti le audience generate da browsing in app mobile Facebook, Facebook Instant Article, Google Amp. A tale scopo è necessario che l’Editore adotti la componente di rilevazione censuaria evoluta tramite TAG / SDK.

 

FAQ sui processi di raccolta e trattamento delle informazioni

Di seguito le principali Q&A sui processi di raccolta e trattamento delle informazioni tramite le fonti coinvolte nella rilevazione Audiweb 2.0 e sulla gestione dei dati personali.

IL SISTEMA DI RILEVAZIONE AUDIWEB 2.0 GARANTISCE LA PRIVACY DEGLI UTENTI E LA RISERVATEZZA DEI PUBLISHER?

Sì.

Audiweb non tratta dati personali, in quanto riceve da Nielsen unicamente dati aggregati e/o anonimi. La metodologia appena introdotta e il design dei prodotti che la utilizzano sono stati creati per proteggere contemporaneamente la privacy dei consumatori e la riservatezza dei Publisher i cui contenuti sono sottoposti a misurazione. Il partner di ricerca Nielsen si è impegnato al rispetto del Regolamento generale sulla protezione dei dati n. 2016/679/UE (“GDPR”) anche per conto dei propri subcontraenti, sia nei confronti di Audiweb che dei Publisher.

 

IL PROCESSO DI RACCOLTA DATI TRAMITE SDK NIELSEN INCLUDE ANCHE LA GESTIONE DI DATI PERSONALI DEGLI UTENTI?

Le uniche informazioni relative agli utenti che costituiscono “dati personali” ai sensi del GDPR trattate da Nielsen nell’ambito della metodologia DCR / procedura di rilevazione sono le seguenti: indirizzo IP; Advertising ID (con specifico riferimento alle App Mobile); User Agent; Content ID (inteso come insieme dei codici riferiti al contenuto rilevato che, si precisa, non include la URL dello stesso).

Tutti i dati personali trattati da Nielsen tramite tag SDK sono oggetto di cifratura, in modo tale che in nessun caso Nielsen possa identificare le persone coinvolte nella navigazione in internet. 

Facebook riceve in chiaro dal browser dell’utente:
i.    l’indirizzo IP; 
ii.    lo User Agent;
iii.    gli ulteriori meta-dati inclusi nel redirect la cui trasmissione è necessaria secondo il protocollo internet, consultabili al seguente link: https://tools.ietf.org/html/rfc2616#section-5.3

Tale operazione di redirect che include dati in chiaro è tecnicamente indispensabile a rendere il Data Provider in grado di attribuire età e genere (age /gender) agli utenti e, dunque, per l’attività di rilevazione dell’audience relativa alla metodologia Audiweb 2.0.

In nessun caso, né attraverso il redirect, né per un trasferimento ad opera di Nielsen, Facebook riceve informazioni in chiaro sui contenuti visualizzati dagli utenti.  Pertanto, Facebook non è in grado di individuare contenuti editoriali in corrispondenza dei dati ricevuti.

 

QUALI SONO LE MISURE ADOTTATE AL FINE DI RISPETTARE APPIENO LA NORMATIVA SULLA PRIVACY NEL PROCESSO DI RACCOLTA DATI TRAMITE SDK?

Ogni qualvolta, nel corso di un’attività di navigazione, un device utente invia una richiesta e carica un contenuto taggato con SDK Nielsen (statico o video, browser o app), viene incluso l’indirizzo IP nel processo comunicativo tra SDK e i server di raccolta. 

Per rispettare la normativa europea vigente, gli indirizzi IP rilevati non vengono trasferiti ad alcun server al di fuori del territorio europeo e vengono anonimizzati prima di qualsiasi trasferimento. 
Tutti i dati personali trattati da Nielsen tramite tag SDK sono oggetto di cifratura in modo tale che in nessun caso Nielsen possa identificare le persone coinvolte nella navigazione in internet.

In particolare: gli indirizzi IP sono immediatamente troncati e sottoposti a hashing; gli Advertising ID sono immediatamente sottoposti ad hashing. I Content ID, mantenuti in chiaro da Nielsen in quanto necessari alla misurazione (attribuzione delle metriche ai contenuti rilevati), sono sottoposti ad hashing prima dell’invio a Facebook.

Inoltre: i processi di hashing e troncatura eseguiti da Nielsen sono irreversibili; una volta effettuati hashing e troncatura, Nielsen non è più in grado di risalire all’indirizzo IP e Advertising ID, in quanto i dati originali vengono immediatamente cancellati; Facebook è esclusivamente in grado di: verificare sui browser che effettuano una chiamata ai suoi server tramite il redirect, la presenza dei propri cookie di prima parte già presenti nei propri database, e di effettuare il matching tra gli Advertising ID criptati inviati da Nielsen e gli Advertising ID che sono già in suo possesso (e cioè quelli che ha autonomamente raccolto tramite la propria applicazione scaricata dagli utenti).

 

NELL’AMBITO DELLA RILEVAZIONE AUDIWEB DAILY E WEEKLY TRAMITE SDK, QUALI INFORMAZIONI VENGONO TRASFERITE DAL PARTNER DI RICERCA NIELSEN AL DATA PROVIDER FACEBOOK?

Tra le fonti alla base della metodologia Audiweb 2.0 i Big Data sono utilizzati per l’attribuzione di età e genere all’audience e per la deduplica delle audience tra device, grazie al contributo dei dati raccolti dall'SDK e al processo di validazione e calibrazione derivato dal Panel.
Per la rilevazione Audiweb 2.0, il partner di ricerca Nielsen ha selezionato Facebook quale data provider più affidabile per copertura e qualità dei dati di profilazione relativi a genere ed età.

Il passaggio di dati tra le fonti coinvolte è attivato dal redirect generato dal tag SDK Nielsen - secondo il protocollo internet (TCP/IP/HTTP etc.) – in cui Facebook riceve in chiaro dal browser dell’utente: a) indirizzo IP; b) User Agent; c) gli ulteriori meta-dati inclusi nel redirect la cui trasmissione è necessaria secondo il protocollo internet, consultabili al seguente link: https://tools.ietf.org/html/rfc2616#section-5.3
Tutti i dati personali trattati da Nielsen tramite tag SDK sono oggetto di cifratura in modo tale che in nessun caso Nielsen possa identificare le persone coinvolte nella navigazione in internet.

Le misure di sicurezza e i processi di anonimizzazione delle informazioni effettuate da Nielsen, quali ad esempio il processo di troncatura e il processo di hashing, sono descritti in modo dettagliato al punto C pag. 31 delle Note Informative.

In riferimento agli indirizzi IP, ad esempio, questi sono crittografati (tramite il processo di IP hashing descritto a pag. 30 delle Note Informative) presso il data center europeo, indipendentemente dal Paese di accesso. L’indirizzo IP, prima di essere anonimizzato, viene sottoposto a un controllo per assegnare la geo-localizzazione che ha luogo solo nell’attribuzione del livello “città” quale massimo livello di dettaglio.

L’indirizzo IP viene anonimizzato tramite l’applicazione di un processo di elaborazione che prevede due fasi: troncatura e hashing illustrate a pag. 24 delle Note Informative. 

Con riferimento alle applicazioni mobile, Nielsen trasferisce a Facebook tramite un protocollo server-to-server Content ID e Advertising ID degli utenti dopo averli sottoposti ad hashing (attività descritta a pag. 24 e a pag 31 punto C delle Note Informative). Anche questo trattamento è tecnicamente indispensabile a rendere Facebook in grado di attribuire età e genere (age / gender) agli utenti e, dunque, per l’attività di rilevazione dell’audience relativa alla metodologia Audiweb 2.0.

In ogni caso, Facebook è obbligata a trattare i dati trasmessi (sia tramite redirect che per trasferimento ad opera di Nielsen):
a)    per un periodo massimo di 120 giorni, decorso il quale i dati sono cancellati o anonimizzati;
b)    in conformità alla normativa privacy applicabile e al contratto per il trattamento dei dati personali (data processing agreement) in essere con Nielsen.

Su un piano tecnico, inoltre, Facebook non è in grado di associare in maniera autonoma alcun ulteriore dato personale agli indirizzi IP ricevuti dai browser su cui non è stato rilevato un cookie Facebook; allo stesso modo, Facebook non è in grado di effettuare la de-criptazione degli Advertising ID non presenti nei suoi database.

 

AL DATA PROVIDER VENGONO TRASFERITE INFORMAZIONI SULLE URL DEI CONTENUTI SUI CONTENUTI VISUALIZZATI DAGLI UTENTI?

In nessun caso, né attraverso il redirect, né per un trasferimento ad opera di Nielsen, Facebook riceve informazioni in chiaro sui contenuti visualizzati dagli utenti. Pertanto, Facebook non è in grado di individuare contenuti editoriali in corrispondenza dei dati ricevuti (come descritto a pag. 34 delle Note Informative, punto C. 2)

 

QUALI SONO I DIRITTI DEGLI UTENTI LE CUI ATTIVITÀ DI NAVIGAZIONE VENGONO RILEVATE E TRASMESSE TRAMITE SDK NIELSEN?

In generale, gli utenti hanno facoltà di non essere rilevati nella loro navigazione attraverso la funzione di opt-out. 

Ecco cosa avviene nel caso in cui l’utente eserciti l’opt-out:

- Facebook non riceve alcun dato personale (in quanto il redirect non viene eseguito);

- Nielsen raccoglie solo dati statistici sui volumi di traffico. 

Anche in conformità ai provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali in materia di cookie, i tag SDK Nielsen sono utilizzati esclusivamente ai fini della misurazione e – con l’eccezione dell’attribuzione di age / gender ad opera di Facebook, come descritto a pag. 31 e 32 delle Note Informative – senza incrociare i dati raccolti con altri dati raccolti precedentemente o con altri database.

 

FAQ sulle Note Informative

A cosa serve il documento “Note Informative”?

Il documento “Note informative” (scaricabile da qui) descrive in modo dettagliato la metodologia sviluppata da Audiweb per la rilevazione dell’audience dell’online in Italia, al fine di informare il mercato in modo trasparente e dettagliato sulle modalità con cui si sviluppa la ricerca. 

Il documento è organizzato in capitoli ognuno dedicato a un argomento specifico: descrizione generale del sistema di rilevazione; approfondimento sulle fonti di dati; processi di raccolta ed elaborazione dei dati; presentazione e ruolo dei partner coinvolti direttamente nel sistema di rilevazioni; descrizione dei servizi offerti e della modalità di distribuzione dei dati al mercato; modalità di adesione al sistema di rilevazione.

Le Note Informative aggiornate sono pubblicate sul sito Audiweb e inviate ad AGCOM puntualmente ad ogni modifica dei contenuti, così da consentire la pubblicazione sul sito AGCOM e la condivisione con l’intero mercato.

 

Come, quando e perché Audiweb aggiorna alcune parti o l’intero documento Note Informative?

Le Note Informative possono essere modificate al fine di descrivere eventuali cambiamenti effettuati al sistema – ad esempio una modifica del perimetro di rilevazione, delle fonti coinvolte o dei flussi di rilevazione e/o gestione delle informazioni –, aggiornamenti o cambiamenti nella politica commerciale, oppure per rispondere a specifiche richieste da parte di componenti del mercato che necessitano di maggiori approfondimenti tecnici o descrittivi di determinati processi o fonti. 

Il documento è a tutti gli effetti un documento dinamico che, mentre da un lato descrive in modo puntuale e trasparente l’intero sistema di rilevazione, dall’altro riflette l’esigenza da parte del JIC Audiweb di rappresentare un sistema che segue l’evoluzione del mercato.

Ad ogni modifica viene aggiornato il documento consultabile online sul sito web di Audiweb e inviato per conoscenza ad AGCOM, come richiesto dalle delibere dell’Autorità in tema di rilevazione degli indici di ascolto.

 

Per ulteriori chiarimenti o dubbi sul sistema di rilevazione è possibile scriverci compilando la form disponibile in questa pagina.